Centodiciotto oppure uno-uno-otto?

I puntini tra i numeri del logo di Treviso Emergenza stanno ad indicare la necessita' di pronunciare il numero come uno-uno-otto invece che centodiciotto, così come avviene negli Stati Uniti con il 9-1-1, pronunciato nine-one-one.

Questa scelta ha lo scopo di favorire l'apprendimento dei numeri di emergenza da parte dei bambini: questi sono in grado, anche se piccoli, di distinguere i numeri da 0 a 9, e quindi la sequenza uno-uno-otto ha un significato per loro; non sono in grado di tradurre in sequenza di cifre un mumero come centodiciotto: sulla tastiera del telefono non esiste il numero centodiciotto!

Riteniamo importante insegnare ai bambini a comporre fin da piccoli i numeri di emergenza: per loro si tratta di un gioco, e quindi non crea allarme o apprensione, ma l'informazione che abbiamo trasmesso loro può rivelarsi utile in caso di reale emergenza. Non sono rari i casi in cui, di fronte ad un infortunio del genitore con cui erano soli in casa, i bambini hanno attivato i servizi di emergenza.

E' importante, anche per la loro sicurezza, che i bambini imparino appena possibile il loro nome e cognome e l'indirizzo di casa; se dispongono di queste informazioni, sono perfettamente in grado di attivare il soccorso.
Dalla Centrale Operativa e' comunque possibile risalire al numero telefonico del chiamante, e da qui all'indirizzo, anche nel caso in cui l'utente non sia in grado di riferire alcuna notizia

28/08/2002