ipotermia - ALS
Durante l'arresto:
  • Il cuore ipotermico può avere una ridotta risposta alla stimolazione con pacemaker, defibrillazione, farmaci cardioattivi, che possono accumularsi a livelli tossici

  • Se la TC è inferiore a 30 gradi, dare al massimo 3 shock se VF/VF

    Somministrare i farmaci a intervalli più prolungati

  • Per il monitoraggio ECG sono preferibili elettrodi ad ago

  • Il riscaldamento attivo interno può essere iniziato sul posto, ma non deve ritardare il trasporto in ospedale

  • La circolazione extracorporea è il metodo di scelta perchè garantisce anche l'ossigenazione e la perfusione

  • I pazienti che sono rimasti ipotermici per ore possono richiedere un grande volume di liquidi durante il riscaldamento
    E' fondamentale un completo monitoraggio emodinamico

  • Ai pazienti cachettici, malnutriti o etilisti dovrebbe essere somministrata tiamina 100 mg ev all'inizio del riscaldamento

  • L'interruzione delle manovre rianimatorie in ospedale è lasciata alla valutazione clinica del medico

BLS ALS

Questo documento proviene dall'Intranet Server di

http://suem.ulss