Protocollo per il trattamento degli assiderati

Realizzato in collaborazione tra:

Attivazione Trattamento pre-ospedaliero Predisposizione accoglimento Trattamento ospedaliero


Centrale Operativa

Richiesta di soccorso per probabile paziente ipotermico

Invio del mezzo di soccorso Preallarme al
Centro di Cardiochirurgia
Arrivo sul postoTrasmissione dati
  • Evento
    (traum. / non traum.)
  • Numero vittime
  • Tempi previsti
Conferma allarme
Recupero, valutazione e trattamento vedi
protocollo trattamento iniziale
Predisposizione accoglimento
Trasporto assistito Trasmissione dati
  • Tempo stimato
  • Condizioni cliniche
  • Assistenza in corso
Arrivo a destinazioneTrattamento ospedaliero


Paziente Ipotermico

VALUTAZIONE CLINICA E TRATTAMENTO INIZIALE


Incosciente
ATTIVITA' CARDIOCIRCOLATORIA?

Cosciente
Assente
  • Asistolia
  • Fibrill. ventr.

Presente
  • Bradicardia
  • Ipotensione
  • Bradipnea

  • Evitare ulteriori perdite di calore
  • Monitoraggio ECG
  • Incannulazione venosa
  • Massaggio cardiaco esterno
  • Intubazione
  • ventilazione con O2
  • Ridurre al minimo i movimenti passivi
  • Monitoraggio ECG
  • Incannulazione venosa (se indispensabile)
  • Intubazione + O2
Trasporto al
centro di cardiochirurgia
Trasporto all'ospedale
più vicino

Attivazione Predisposizione accoglimento Trattamento ospedaliero


Cardiochirurgia Treviso

Predisposizione accoglimento paziente ipotermico

Attivazione
Medico Rianimatore di Guardia
Attivazione Personale
  • Cardiochirurgo di guardia
  • Perfusionista reperibile
  • Infermieri reperibili di sala operatoria
Preparazione posto letto con
  • Ventilatore con umidificatore e riscaldatore dei gas
  • Monitor a tre tracce con sonda di temperatura
  • Sistema di riscaldamento esterno
    (coperta ad aria calda)
Preparazione liquidi
riscaldati a 40 gradi C
  • Soluzione fisiologica
    (per somministrazione e.v. e lavaggi gastrico e vescicale)
  • Liquido per dialisi peritoneale
Arrivo del paziente
Protocollo di trattamento ospedaliero


01/01/1995